Il cast

Dario Vergassola

 

Dario Vergassola nasce il 3 maggio 1957 a La Spezia. Si distingue ben presto per le sue doti di improvvisatore, per la sua vis comica spontanea e gustosamente imprevedibile.

 

Teatro
Approda nel mondo delle spettacolo partecipando a 'Professione Comico' la manifestazione diretta da Giorgio Gaber, nella quale ottiene sia il premio del pubblico sia quello della critica.
I suoi monologhi cabarettistici e le sue canzoni vengono organizzate in uno spettacolo teatrale, dal titolo Manovale gentiluomo, che viene rappresentato in tutta Italia con grande successo.
Dalla collaborazione con il suo conterraneo, Stefano Nosei, nasce uno spettacolo a due, 'Bimbi belli', che riscuote un grande successo di pubblico.
Dal 1994 è in tournée teatrale con lo spettacolo 'La Vita è un lampo' per la regia di Massimo Martelli, spettacolo che ha effettuato oltre 200 repliche.
Per la sua simpatia e verve comica Dario è l’attore comico preferito dagli altri artisti per spettacoli di coppia: dopo il sodalizio con Nosei collabora con Enzo Jannacci, e nel 2001 lo vediamo sul palco con David Riondino in 'I cavalieri del tornio. Recital per due'.

 

Televisione
La televisione gli offre occasioni per mostrare le sue doti di affabulatore e le sue capacità di suscitare l’ilarità del pubblico. Nel 1990 prende parte a 'Star 90', programma di Rete 4 classificandosi per la finalissima della trasmissione e nel 1991 registra numerosi TG delle vacanze per Canale 5.
Nello stesso anno inizia ad essere ospite ricorrente del 'Maurizio Costanzo Show', aprendo un sodalizio che dura tutt’oggi con una presenza sempre più frequente.
Nel marzo 1992 vince il festival di San Scemo. Nel 1994 Dario è coautore ed interprete della trasmissione 'In Kantina', in onda su RAIdue.
Nel 1996 è coautore (assieme ad Arnaldo Bagnasco) ed interprete della trasmissione televisiva di RAIdue 'Tenera è la notte', che va in onda anche nel corso del ‘97.
Sempre del 1996 è il suo nuovo spettacolo 'Comici' e nello stesso anno partecipa al film per la TV 'Dio vede e provvede' di Enrico Oldoini.
Nel 1997 diventa ospite sempre più ricorrente al 'Maurizio Costanzo Show', partecipa, anche in veste di coautore, alla trasmissione 'Facciamo Cabaret' su Italia 1 (parteciperà anche ad alcune edizioni successive) e a Mai dire Gol. E’ uno degli interpreti del film per la 'TV Nuda proprietà' di Enrico Oldoini.
Nella stagione 1997/98 inizia a partecipare a 'Quelli che il calcio', condotto da Fabio Fazio su Raitre. Partecipa inoltre alla seconda serie del film per la TV 'Dio vede e provvede' di Enrico Oldoini. Nell’estate 97 è assieme a Riondino conduttore/autore della trasmissione dal Festival del Cinema di Venezia Progetto Cinema – Venice Daily mentre a fine anno partecipa con successo alla notte natalizia su RAI 'Natale Insieme'.
Nel 1998/99 continua la fortunata serie di ospitate televisive in molti programmi di forte audience, Maurizio Costanzo Show in testa. In altre trasmissioni, per citarne una 'Crociera' su RAI2, gli vengono affidati ruoli di autore ed esperto.
Partecipa all’edizione 2000 e 2000/01 alla trasmissione 'Zelig' su Italia 1 dove trovano largo audience televisivo le sue “interviste alle gnocche” (interviste assai poco serie a Simona Ventura, Alessia Merz, Michelle Hunzinger, Elenoire Casalegno, Ambra, Asia Argento, etc.). La sua attività di intervistatore prosegue poi nell’edizione di 'Mai dire gol' del 2001, dove oggetto delle sue divertenti interviste diventano i protagonisti dello sport italiano. Sempre nel 2001 lo vediamo a 'Striscia la notizia', fortunato TG satirico di Canale 5, dove compare per promuovere il suo libro "Lunga vita ai pelandroni". Sempre in questo stesso anno compare, dal 19 maggio al 10 giugno, nella rubrica del TG3 sul giro ciclistico d’Italia con un intervento fisso di commento a tutte le tappe del giro. E’ inoltre uno dei protagonisti della nuova serie TV 'Carabinieri'.
Nel 2003 è il conduttore insieme a Federica Panicucci di "Bulldozer", in onda su Raidue.
Nel 2004 è in onda su "dieci", un programma di Sky.
Il 12 gennaio 2004 collabora agli "Oscar del calcio 2003" in onda su Sky

 

Cinema
Continua le esperienze cinematografiche iniziate con la televisione partecipando in veste di protagonista ad un cortometraggio dal titolo "L’anima di Enrico" di Stefano Saveriano ed è diretto da Luca Manfredi nel film "Affetti smarriti".

 

Radio
La sua abilità e il suo piacere di parlare e raccontare trovano come sbocco naturale la radio, dove fa il suo ingresso con la trasmissione radiofonica 'Radiorisate' in onda su Radio 2. Da sei mesi conduce ogni giovedì la trasmissione radiofonica 'Enzimi cercasi' in onda sul network nazionale Nonsolomusica che collega 46 radio in tutta Italia.
Nel 2003 conduce "Psicofaro", trasmissione radiofonica di Rai Radio due.

 

Musica
La sua forza comica irrefrenabile è sempre supportata dalla chitarra, che diventa una sua compagna inseparabile, tanto da farlo diventare un abile musicista.
Nel 1993 esce il suo primo LP "Manovale gentiluomo" pubblicato dalla Polygram Italia, del quale, sempre con la Polygram esce dopo breve tempo il remix dal titolo "Non me la danno mai (lamento dell’armonizzatore)". Al termine del 1999 Dario Vergassola torna a proporre un nuovo prodotto discografico: il nuovo CD edito da Epic - Sony Music dal titolo "Lunga vita ai pelandroni". Con questo CD è andato inoltre in tornèe accompagnato dal “Gruppo elettrogeno”.

 

Editoria
Nell’ottobre 2000 per i tipi Piemme esce il libro "Lunga vita ai pelandroni" scritto a quattro mani con Marco Melloni.
Nel 2003 esce "Me la darebbe- Vol II"
Per marzo 2004 è prevista l'uscita di un nuovo libro d'interviste.
Le sue interviste sono pubblicate su "Max" di RCS Periodici Spa.
Per il 2005 è atteso un romanzo giallo!

Rai.it

Siti Rai online: 847